Burlesque shooting con Nikla Black

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on StumbleUpon

Il burlesque è un termine che negli ultimi anni nel mondo dello spettacolo si è molto diffuso. Questo genere di spettacolo nasce nell’inghilterra vittoriana e negli anni si è diffuso soprattutto negli Stati Uniti d’America nel ceto più popolare del popolo. Difondendosi nel regno unito ed America, questo spettacolo subì due diversi sviluppi.

Nel Regno unito questo genere si riferisce ad uno scritto comico con sfumature sarcastiche molto in voga durante questa epoca. La prima rappresentazione risale al 1671 “The Rehearsal (La prova)” la quale viene “burlato” John Druden e le sue tragedie. A questo si accostarono altri capolavori tra i quali “The Critic (Il critico) ” e “The Beggar’s Opera (L’opera del mendicante)” rispettivamente del 1779 e del 1728. Quindi nel seicento e nel settecento le tematiche di questi spettacoli erano collegate alle problematich sociali e politiche dell’epoca.

Nell’ottocento lo spettacolo e la funzione di critica letteraria e satitrica viene meno, ma assume una forma molto più leggera da passatempo per il popolo.

Negli Stati Uniti per oltre un secolo dal suo sbarco non ci fù una grande diffusione, solo nel 1865 assumendo una forma di spettacolo da adulti con siparietti e danze del ventre riusci a sfondare tra gli spettacoli dell’epoca. Lydia Thompson e la troupe “the British Blondes” suscitò un certo successo in America con i siparietti del “Minstrel show”.

L’esplosione si ottenne tra la fine del 1800 e la prima guerra mondiale introducendo lo strip tease e aumentando il fattore del “nudo scenico” nello spettacolo. Nacquerò quindi le prime starlette come Dixie Evans, Gipsy Rose Lee, Bettie Page, etc..

Negli anni novanta queto spettacolo torna in auge seguendo la moda del Vintage e rifioriscono quindi le icone di questo spettacolo. Oggi al burlesque moderno si associano i nomi di Dita Von Teese, Immodesty Blaize, Dirty Martini, etc.. Anche alcune star del cinema e della musica hanno avuto modo di “indossare” i panni del burlesque, tra i nomi c’è Madonna, Chrisitna Aguilera, Lady Gaga, etc..

Questo spettacolo ha anche portato nuova linfa nel campo della moda ed in particolar modo nel settore dell’abbigliamento intimo. Dita Von Teese ha lanciato la collezione “Von Follies” che nel corso del 2012 verrà distribuita in tutto il mondo. Con questo abbigliamento intimo si ha il trionfo di pizzi e vellutti così da ricordare le origini di questo spettacolo.

Anche Jean Paul Gaultier nella sua collezione Haute Couture Fall Winter 2010/2011 ha portato in passerella a Parigi Dita Von Teese per esprimere la sensualità e la magnificenza dell’abbigliamento intimo.

Il maestro Aldo Stefanni  con la modella Nikla Black ha realizzato un set fotografico Burlesque costruito con la collaborazione di EuRossModels. Ecco alcuni scatti da me realizzati durante questa sessione.

Aldo Stefanni ha quindi raccontato le origini, i costumi, le protagoniste di questo spettacolo, ha evidenziato quali schemi di illuminazione devono essere utilizzati per poter ottenere degli scatti che rispecchino l’ambientazione giocosa e sensuale attraverso una specifica illuminazione da spettacolo. Con questo set si è quindi in grado di “giocare” con le gelatine colorate per poter ottenere degli sfondi accessi e colorati alle foto.

Nikla Black, durante le varie sessioni fotografiche ha utilizzato tutti quegli elementi caratteristici di questo genere, i copri capezzoli, l’intimo, le giarrettiere, le culotte, le collane, i corsetti e bustini stringi vita, le gonne, le scarpe  i cappellini tipici dell’epoca. Altro fattore importante è l’acconciatura che deve essere cotonata ed accompagnata magari con dei cappellini.

Nikla Black Burlesque

Nikla Black Burlesque

Nikla Black Burlesque

Nikla Black Burlesque

Nikla Black Burlesque

© Foto Francesco Pillan 2010 © Tutti i diritti sulle foto sono riservati ed è vietata la pubblicazione o l’utilizzo senza la precedente autorizzazione del proprietario delle foto.

Condividi!

Abbonati al nostro RSS feed. Tweet this! StumbleUpon Reddit Digg questo articolo! Condividi in Delicious Condividi in Facebook